Didattica

Visite Guidate Scuole

3 febbraio 2018

Offerta didattica 2018-2019

Le nostre guide turistiche autorizzate della Regione Campania, esperte nella didattica museale, nella comunicazione e nel racconto, vi condurranno nei luoghi più importanti della Campania come gli scavi archeologici di Pompei o Ercolano, la maestosa Reggia di Caserta o il Palazzo Reale di Napoli, i misteri degli antichi Egizi nel Museo Archeologico, i Presepi di via San Gregorio Armeno, il Cristo velato nella Cappella Sansevero o il Duomo per scoprire la storia e i miracoli di San Gennaro, patrono della città di Napoli; di seguito alcune delle gite scolastiche che proponiamo a tutte le scuole di ogni ordine e grado.

Per maggiori informazioni potete contattarci compilando la vostra richiesta qui o tramite cellulare al numero +39 3701509237 (anche Whatsapp).

Itinerari su Napoli

Centro Antico di Neapolis : visita guidata tra i Decumani della città alla scoperta delle più importanti chiese come Santa Chiara, San Lorenzo Maggiore e la Cattedrale; non mancherà una passeggiata nella suggestiva via San Gregorio Armeno per conoscere la storia del Presepe napoletano.

Castel dell’Ovo e la vera storia della sirena Partenope: luogo simbolo della città, conserva la storia della sua fondazione che proprio in quel luogo si mescola con la leggenda…Partenope una bellissima principessa o una sirena mostruosa? Gli studenti scopriranno la magia di Napoli attraverso le sue leggende e le varie figure mitiche che l’hanno resa cosi’ celebre.

Il Cristo velato e la cappella Sansevero: Un percorso ricco di misteri che porterà alla conoscenza della vita e delle invenzioni di Raimondo di Sangro Principe di Sansevero e della sua cappella, vero gioiello d’arte settecentesco dove sarà possibile ammirare il capolavoro dell’arte mondiale: il Cristo Velato.

Castel Sant’Elmo: Castello medievale oggi adibito a Museo del Novecento, si erge maestoso sulla collina del Vomero.Il baluardo più grande della città è stato teatro di numerosi eventi della storia di Napoli, prigione durante la dominazione spagnola, emblema di libertà durante la rivoluzione partenopea. Dall’alto delle sue terrazze attraversando l’antico camminamento di ronda è possibile ammirare il magnifico panorama della città con il mare da un lato e il centro antico dall’altro.

Palazzo Reale di Napoli: il palazzo vicereale e borbonico che si affaccia sulla maestosa piazza del Plebiscito conserva diverse sale di rappresentanza, il teatrino di corte e la cappella palatina.

Museo Archeologico Nazionale: il MANN può vantare il più ricco e pregevole patrimonio di opere d’arte e manufatti di interesse archeologico in Italia. Attraverso le opere della famosissima “Collezione Farnese” gli studenti potranno scoprire la mitologia romana, la storia della Roma imperiale, i ritrovamenti delle città sepolte Pompei ed Ercolano.

Sezione Egizia al Museo Archeologico : quella di Napoli è la più antica collezione egizia d’Europa, divenuta la più importante e ricca d’Italia dopo Torino. Oltre 1200 oggetti fanno parte di questa raccolta composta da parti di mummie e sarcofagi, vasi canopi, numerosi e preziosi ushabty, sculture affascinanti come il monumento in granito di Imen-em-inet o la cosiddetta Dama di Napoli, stele e lastre funerarie, cippi di Horus e papiri.

Museo di Capodimonte : Reggia borbonica divenuta Museo, conserva la ricca collezione Farnese e opere che vanno dal 1200 fino al 1900; si possono ammirare tele di Tiziano, Raffaello, Masaccio e la celebre Flagellazione di Caravaggio.

Museo di san Martino: considerato il Museo di Napoli più vario e sorprendente; ricco di bellezze artistiche, curiosità e vari elementi che registrano la storia di Napoli. Si potrà ammirare la chiesa, la sezione presepiale con lo straordinario presepe Cuciniello, la sezione Navale, le carrozze, e il Quarto del Priore.

Museo Madre: il museo che racconta l’arte contemporanea dei grandi artisti napoletani e stranieri.Toverete opere di Kounellis, Horn, Lewitt,Koons, Paladino ,Iodice.

Il parco dei poeti: il parco Vergiliano di Mergellina custodisce un antico sepolcro dove furono deposte le ossa del poeta Virgilio che compose proprio a Napoli interi passi del suo poema l’Eneide. All’interno del parco si trova l’imbocco orientale della Cripta Neapolitana e il monumento funebre del grande poeta ottocentesco Giacomo Leopardi.

Itinerari Caserta

Reggia di Caserta: La reggia vanvitelliana di Caserta, voluta dal re Carlo di Borbone, è la residenza reale più grande al mondo; Al suo interno si possono ammirare le sale di rappresentanza e le stanze private dei re.Il complesso comprende lo scenografico parco reale, lungo 3 km, arricchito da fontane con gruppi scultorei ispirati alle “Metamorfosi” di Ovidio.Luogo di divertimento per i reali con la Peschiera grande e la Castelluccia e luogo di svago e tranquillità con il Giardino Inglese.

Anfiteatro e mitreo di Santa Maria Capua Vetere: L’antica Capua è stata città osca, etrusca, sannita , romana diventando una delle città più grandi del mondo; da lì partì la rivolta di Spartaco, e lì si rifugiò Annibale durante la seconda guerra punica.Gli studenti visiteranno l’anfiteatro campano, il museo dei gladiatori e il mitreo, di grande interesse per la diffusione delle religioni orientali in Campania.

L’archeologia in Campania

Pompei: Nell’agosto del 79 d.C. quella che tutti credevano essere  una montagna si rivelò invece un violento vulcano che distrusse in poco tempo intere città alle sue falde… dimenticata per secoli la città di Pompei fu scoperta nel corso del XVIII secolo grazie al re Carlo di Borbone e divenne subito meta indiscussa dei viaggiatori del Grand Tour. La visita tra le rovine di Pompei  permetterà ai visitatori di scoprire usi, costumi, tradizioni, la vita pubblica e quella privata di una tipica cittadina di epoca romana.

Ercolano: Una delle città sepolte dalla lava del Vesuvio del 79 d.C. conserva perfettamente case, giardini, templi ed edifici pubblici che permettono di compiere un viaggio indietro nel tempo e raccontare usi, costumi, tradizioni, cibo, giochi degli antichi Romani.

Cuma: la prima delle colonie di popolamento greche in Occidente, fondata nella seconda metà dell’VIII secolo a.C. da Euboici-Calcidesi; qui si erge, tra la natura lussureggiante, l’antro della Sibilla più famosa della mitologia greca: il luogo dove la prediletta sacerdotessa di Apollo vaticinava i suoi temutissimi responsi.

L’anfiteatro di Pozzuoli:  L’antica Puteoli visse il periodo di massimo splendore in epoca imperiale con la costruzione dell’anfiteatro Flavio dove avvenivano i combattimenti gladiatori, le Venationes e le Naumachie. I sotterranei perfettamente scavati permettono di ricostruire il sistema di montacarichi attraverso cui venivano innalzate sull’arena le gabbie con le belve feroci.

Terme di Baia: Durante l’epoca romana Napoli e i Campi Flegrei diventano un luogo di riposo e di villaggiatura dei patrizi romani e degli imperatori;soprattutto la città di Baia era famosa per le sue calde acque termali ricercate per lusso e per la cura delle malattie.

Castello di Baia: Il Castello Aragonese di Baia, eretto su un promontorio e difeso naturalmente dal mare e da antichi vulcani ardenti, è sempre stato considerato una fortezza inespugnabile.Gli studenti visiteranno il Museo Archeologico dei Campi Flegrei ospitato nell’antica fortezza e apprenderanno le tecniche di combattimento utilizzate durante il Regno di Napoli.

Paestum: I maestosi templi dorici, illuminati da un sole intenso, il parco archeologico e il Museo, fanno di Paestum un luogo incantevole e unico al mondo. La città antica è strategicamente posizionata a pochi chilometri dal mare fungendo da porta del Parco Nazionale del Cilento.
Considerata dall’U.N.E.S.C.O. patrimonio dell’umanità, Paestum rimane, per l’arte, la natura, i sapori e gli eventi che la caratterizzano, tra le più belle città della Magna Graecia.

Per maggiori informazioni potete contattarci compilando la vostra richiesta qui o tramite cellulare al numero 3701509237 (anche Whatsapp).